Scheda #: 12

Città: Firenze
Segnatura: Acquisti e doni, Rossi Melocchi, 8
Città di produzione: Pistoia
Scriventi:
Scriventi identificati: Jacopo di Niccolò Melocchi Piero di Antonio Melocchi Antonio di Francesco Melocchi

Biblioteca/Archivio: Archivio di Stato
Dimensioni: 288 230


Numero totale delle mani: 3


Estremi cronologici della scrittura: 1501 - 1570

Bella invocazione iniziale: benefici, conti, fatti politici della città (le “parti”), consigli comportamentali (“Et io conforto et lasso per richordo a tutti li mia affini cognati et propinqui che mai venghino non seguitino parti in modo alcuno perché come intendete rovinano la casa et la citta et tutto el paese et perdesi l’anima et il corpo et la robba et lo honore…”, c.10r), nascita, battesimo, baliatico, morti, etc. La seconda mano: conti, divisioni di eredità, matrimonio, dotazione. La terza mano: registrazioni sul patrimonio di Piero dopo la morte. NB: Il libro risulta anche scritto dallo stesso Jacopo a cominciare dalla fine verso l’inizio, in tempo più antico (questi ricordi occupano le carte 77v-79v e risalgono al 1497). Manoscritti: Presso l’ASF nel Fondo”Documenti cartacei provenienti dal R. Acquisto Innocenti”, al XVII secolo, troviamo alberi genealogici della famiglia Melocchi.


Bibliografia Critica

Connell 1988