Scheda #: 16

Città: Città del Vaticano
Segnatura: Vat. Lat. 11255
Città di produzione: Ascoli Piceno
Scriventi:
Scriventi identificati:

Biblioteca/Archivio: Biblioteca Apostolica Vaticana
Dimensioni: 203 146


Numero totale delle mani: 12


Estremi cronologici della scrittura:

Il piccolo codice contiene, nelle prime sedici carte, esercizi calligrafici, annotazioni di spesa e una raccolta di componimenti poetici del Poliziano e del Boiardo, attribuibili a due membri della famiglia Grapella, entrambi famigli del Boiardo. Pare che il codicetto fosse nato come miscellanea poetica e che nel corso del tempo i fruitori del manoscritto non furono più in grado di riconoscere la sua identità originaria. Dalla carta 18r, i discendenti del primo estensore ( Grapelino Grapella), appartenenti alla famiglia Galletti di Scandiano, iniziarono a registrare metodicamente sia annotazioni di natura patrimoniale e documentaria che registrazioni di nascite e morti.


Bibliografia Critica

Guerrini Ferri 1988